FILOSOFIA
I Nostri Valori

Essere LiberEtico è una caratteristica personale che si ha per formazione culturale, ma che si può anche acquisire per scelta di vita. In fondo consiste soltanto nell’essere intellettualmente onesti; purtroppo la maggior parte delle persone confonde l’onestà intellettuale con l’onestà. Infatti tutti dicono: “io sono una persona onesta”, intendendo che non hanno mai rubato, o che pagano le tasse con regolarità, poi però raccomandano il figlio affinché ottenga un posto in banca, superi un esame all’università, o cercano di vincere una gara d’appalto con sotterfugi. Sono persone che non rubano, ma non ci pensano due volte ad agire con furbizia, a corrompere se è il caso, smentiscono se stessi, fanno tutto il contrario di ciò che dicono, cercano sempre e comunque il proprio tornaconto, e fanno di tutto per aver ragione. Queste persone possono anche vantarsi di essere oneste, ma non hanno capito cos’è l’onestà intellettuale, e quindi non saranno mai LiberEtici; essi creano così una società che somiglia tanto a quei talkshow televisivi dove tutti hanno ragione e alla fine della trasmissione non si è capito dove sta la verità. Il LiberEtico, invece, cerca la verità nella discussione, la cerca nella logica, esaminando gli elementi; cerca la verità perché ne ha bisogno il suo spirito, anche se è cosciente che la verità potrebbe non essere a suo favore, che potrebbe dargli torto in una discussione, che potrebbe danneggiarlo in un affare.

Il LiberEtico è felice quando la verità trionfa, il suo animo trova pace quando è certo di aver attribuito ad ognuno la sua parte di ragione. Come vedete: l’onestà intellettuale va oltre il mero denaro, il banale fatto di ‘non rubare’. Il LiberEtico detesta la furbizia, non inganna, chiede scusa se si sbaglia, conferma ciò che ha detto, cerca di fare ciò che dice, e di portarsi responsabile dei propri atti. Il LiberEtico è una persona coerente, non cambia idea da un giorno all’altro, non illude, non millanta, non si attribuisce meriti che non ha, non camuffa le cose, non stravolge i fatti.
Ed allora c’è da domandarsi: “dunque il LiberEtico è una persona ‘perfetta’?” No, non sarebbe un LiberEtico se pretendesse di essere perfetto. Il LiberEtico riconosce i propri difetti mentre cerca di correggerli, riconosce i propri limiti mentre si sforza di migliorare, perché nessuno raggiunge la perfezione; essere LiberEtici vuol dire cercare di migliorare sempre, mettendosi alla prova ogni giorno, perché una comunità migliora se i membri di quella comunità migliorano individualmente. La filosofia LiberEtica ribalta il concetto machiavellico che “il fine giustifica i mezzi”: il fine non sempre giustifica i mezzi, perché i mezzi per raggiungere il proprio fine devono essere improntati all’onestà intellettuale. Parafrasando l’imperativo categorico di Kant, diremo “tu non devi perché non devi!”. Cioè: il LiberEtico certe azioni non le fa semplicemente perché non si devono fare, non perché teme le conseguenze delle sue azioni.

Una cosa non si deve fare perché è scorretta anche se nessuno lo saprà mai, il LiberEtico ha un severo ‘giudice’ nel suo cervello, che gli dice ciò che non va fatto: è il principio dell’etica che lo spinge ad escludere a priori tutto ciò che non è onesto, che non è leale. 

Scopo di LiberEtica è raggiungere una pace psichica e la felicità.
Il LiberEtico è convinto che la felicità sia innanzitutto uno stato dell’anima e che questa condizione sia la conseguenza dell’essere in pace con se stessi. Pertanto, osservare le regole LiberEtiche porta ad essere sereni nell’aver fatto sempre ciò che in quel momento si riteneva essere la cosa giusta, nell’aver fatto i propri interessi senza aver danneggiato nessuno, senza aver negato agli altri i loro diritti, le loro giuste ragioni. Il LiberEtico è felice quando può dire a un avversario: “hai ragione tu”, e non soffre più di tanto se gli altri non hanno lo stesso comportamento improntato alla giustizia, sa, comunque, che al mondo ci sono altri LiberEtici per natura o per scelta e quando avrà la fortuna di incontrare un’altra persona LiberEtica, allora basterà uno sguardo, una parola, una stretta di mano e subito scatterà la fiducia piena; gli affari fra due persone LiberEtiche saranno agevolati, perché nessuno avrà timore di essere imbrogliato da un LiberEtico.

Su questa base sarà creata una community LiberEtica. 

La filosofia LiberEtica tende ad un mondo migliore fatto da persone migliori.                                     

Quanto tempo ci vorrà? Anni, forse decine di anni, ma non c’è altra soluzione per la sopravvivenza del mondo, l’alternativa è la guerra civile globale e la distruzione del pianeta. Alla cattiveria, alla furbizia, al sopruso, all’imbroglio, alla menzogna, noi contrapponiamo l’onestà intellettuale e la logica del diritto.
Se davvero vuoi migliorare il mondo, comincia a migliorare te stesso, e invita gli altri a farlo anche loro, forse il mondo non sarà migliore domani, ma di certo tu e coloro che ti seguiranno sarete più sereni ed avrete imboccato la strada giusta per la felicità.

Supporta LiberEtico

Inviaci la tua donazione, con un'offerta libera una tantum
Contatti
info@liberetico.it
Privacy Policy
Cookie Policy